Prenota Online

Data di arrivo:

  

Notti:

Camere:

Adulti:

Bambini:

Codice cliente:

Codice promozionale:

Loading

Speciale famiglia

Contattaci per tutte le proposte speciali per la  famiglia. ...

Pagine Correlate

Le nostre camere

L’ Hotel dispone di 58 camere, comfort ed economy, caratterizzate da arredi classici di montagna. Le ...

Conoscere Cortina

Cortina d’Ampezzo, è tra le più rinomate località turistiche di villeggiatura e centro di sport invernali ...

Dolomiti

Il 26 giugno 2009 la commissione dell’UNESCO, riunita a Siviglia, ha dichiarato le Dolomiti Patrimonio dell’Umanità. Le Dolomiti (anche dette Monti pallidi) sono una sezione alpina delle Alpi Orientali italiane.

 

Circa il 70% di queste montagne è compreso all’interno della provincia di Belluno, il restante è distribuito fra le province di Bolzano, Trento, Vicenza, Udine e Pordenone.

 

 

Le Dolomiti prendono il nome dal naturalista francese Déodat de Dolomieu (1750-1801) che per primo studiò il particolare tipo di roccia predominante nella regione, carbonato doppio di calcio e magnesio (MgCa(CO3)2), battezzata in suo onore dolomia.

 

L’enrosadira è il fenomeno per cui alcune cime delle Dolomiti assumono un colore rossastro, che passa gradatamente al viola, soprattutto all’alba e al tramonto.

 

 

CURIOSITA’

La leggenda di Re Laurino, un re dei nani che aveva sul Catinaccio uno splendido giardino di rose (il significato della parola tedesca Rosengarten è appunto giardino di rose), offre una spiegazione alternativa e suggestiva al fenomeno.

 

Un giorno il principe del Latemar incuriosito dalla vista delle rose, si inoltrò nel regno di re Laurino, ne vide la figlia Ladina, se ne innamorò e la rapì per farne la sua sposa. Laurino, disperato lanciò una maledizione sul suo giardino di rose colpevole di aver tradito la posizione del suo regno: né di giorno, né di notte alcun occhio umano avrebbe potuto più ammirarlo. Laurino dimenticò però il tramonto quando, ancora oggi, il giardino e i suoi colori divengono visibili ed apprezzati